La normativa PED e le realizzazioni MGM

Normativa PED

Normativa PED: la direttiva seguita per le realizzazioni MGM

La Normativa PED, acronimo di Pressure Equipment Directive (Direttiva per Attrezzature a Pressione), disciplina l’iter tecnico-procedurale da seguire per la realizzazione di attrezzature a pressione.

Emanata dalla Comunità Europea, la direttiva PED ha lo scopo di uniformare la legislazione riguardante le apparecchiature a pressione dei diversi Stati membri. L’ottemperanza ai requisiti essenziali di sicurezza, indicati nel primo dei sette allegati del DL 26/2016 con cui la legge è stata recepita in Italia, permette alle aziende di far liberamente circolare i loro prodotti all’interno dei confini dei 15 Stati CE che hanno sottoscritto la normativa.

PED normativa, alcuni dettagli

L’applicazione della normativa PED permette alle aziende fabbricanti attrezzature a pressione di progettare, costruire, controllare, equipaggiare ed installare in sicurezza tali apparecchiature, in modo tale da prevenire pericoli derivanti da usi impropri delle stesse, informando gli utenti dei rischi residui.

Andiamo ora ad approfondire alcuni dettagli, per comprendere meglio la Normativa PED.

Campo di applicazione

Le disposizioni che compongono la PED si applicano alla progettazione, fabbricazione e valutazione di conformità dell’attrezzatura a pressione e degli insiemi sottoposti ad una pressione massima ammissibile PS superiore a 0,5 bar.

Attrezzature a pressione

Per attrezzature a pressione si intendono recipienti, tubazioni, generatori a vapore, accessori di sicurezza e accessori a pressione destinati a contenere gas, gas liquefatti, gas disciolti sotto pressione, vapori e liquidi con tensione di vapore entro dei limiti indicati dalla normativa.

Inoltre, la PED si applica anche alle attrezzature a pressione esposte a fiamma, o ad altro tipo di riscaldamento, che presentano un rischio di surriscaldamento e sono destinate alla generazione di vapore o acqua surriscaldata a temperature superiori a 110°.

Certificazione PED e controllo

La normativa decreta un Organismo notificato come ente atto a certificare la costruzione di attrezzature a pressione secondo PED.

Il responsabile unico del processo produttivo, però, rimane l’azienda fabbricante, che per alcuni aspetti può essere coadiuvata dall’Organismo notificato.

Classificazione per pericolosità

I costruttori di apparecchiature a pressione sono obbligati ad identificare il grado di pericolosità dei loro prodotti, identificabile a partire dalla quantità di energia immagazzinata nelle apparecchiature.

Questa energia va calcolata tenendo conto di diversi parametri:

  • le dimensioni dell’attrezzatura;
  • la PS, ossia la pressione massima ammissibile dall’attrezzatura;
  • il fluido contenuto, che può essere del gruppo 1 (fluidi pericolosi) o del gruppo 2 (fluidi non pericolosi)
  • le condizioni di installazione e di esercizio dell’apparecchiatura.

In base al tipo di apparecchiatura realizzata e al calcolo dei sopracitati parametri, la categoria di rischio dell’attrezzatura in pressione viene definita secondo 9 tabelle specificate nell’allegato II della direttiva PED.

Utilizzo e normativa

È bene specificare che la Normativa PED riguarda solamente il processo produttivo delle apparecchiature in pressione, e non il loro utilizzo, che invece è regolato dalle normative di ciascuno Stato.

MGM e la Normativa PED

Gli impianti realizzati da MGM vengono costruiti esclusivamente con apparecchiature omologate e certificate PED, nonché con tubazioni collaudate dall’Organismo notificato indicato nella normativa.

Per maggiori informazioni sulle apparecchiature a pressione prodotte da MGM, non esitate a contattare l’azienda.